venerdì, febbraio 29, 2008

mercoledì, febbraio 27, 2008

mercoledì, febbraio 13, 2008

IN GIRO... (ovvero...spot RDS)

Fermo a un semaforo , guardo questo cartellone... e penso...


°°° io questa immagine l'ho già vista!°°°
bello avere un cellulare con fotocamera!

BAOL CONCORSO 2






Io ci sono! e voi?
Ricordo a tutti la fantastica occasione di partecipare al baol concorso!
In palio un chilo di orecchiette e tanta amicizia!
(baol, tranquillo!, le orecchiette le metto io!)

JULIE MAGGI

Nuovo giro di "corti"! Grazie Guli!

giovedì, febbraio 07, 2008

ANTEPRIMA PALERMO

aspettando manlius



















IL VERO BARESE



1. Beve solo ed esclusivamente Peroni da tre quarti (e lotta contro ladiffusione della Dreghèr da 33 o della Raffo tarantina).


2. Ha mangiato almeno una volta i frutti di mare sul porto (contrastando la concorrenza sleale della costa di San Giorgio): in particolare, si esibisce nel risucchio di ricci (rabbrividendo all'idea che in Giappone li credono velenosi) o taratuffi.


Corollario 1: All'estero, ha gridato almeno in un ristorante la mitica frase "Giovane, spacchi due cozze".


Corollario 2: Almeno una volta nella vita è finito in ospedale per il tifo, e gli stadi non c'entrano nulla.


3. Riconosce come sport ufficiale il Gioco della birra, anche se gli tocca fare il sotto.


4. Si riconosce dai gadgets della auto: santino di Padre Pio, sciarpa del Bari e stemma della società accanto alla targa.


5. Da '90 al '95 ha fatto almeno un abbonamento al San Nicola.


6. Ha le maglie di Igor Protti, David Platt e Joao Paulo.


7. Se di sesso femminile, ha partecipato almeno una volta alla nottata delle zitelle nella Basilica di San Nicola.


8. Consuma abitualmente (o lo ha fatto perlomeno una volta) sgagliozze e popizze, altrimenti le vende.


9. Conosce a memoria tutte le canzoni di Toti & Tata e le trame delle loro sit com.


10. Ha visto con commossa partecipazione tutte le puntate de Le Battagliere.


11. Ha come profeta Gianni Ciardo, e scambia i suoi detti (sopra alla nonna o abbasso alla commara?) per il Bignami.


12. Ha fatto almeno un bagno a Pane e Pomodoro, contraendo in un sol colpo ebola, malaria e febbre gialla, ma soprattutto affrontando l'impresa con la stessa fermezza con cui un induista fa le abduzioni nel Gange.


13. Si esprime in un linguaggio comprensibile solo dai suoi simili: usa cadenzialmente interiezioni tipo "Moh" e "ch cous", "Mataux", e sottili metafore come "Vai a rubare a San Nicola" o "Ne hai fritti di polpi".


14. Compra la Gazzetta del Mezzogiorno, ma la usa solo per foderare la cuccia del cane o la gabbia del canarino.


15. A distanza di decenni è ancora convinto che Business serva a tappezzare la macchina quando ci si infratta.


16. Usa passare la domenica mattina dilettandosi nella sacra arte dell'arricciamento del polpo.


17. Consuma periodicamente panini alla chitemmurt o chitestramurt dai panemmerda, o i panzerotti al cofano.


18. Riconosce come piatto nazionale le orecchiette alle cime di rapa, che consuma almeno una volta a settimana.


19. Ha assistito almeno una volta ad uno scippo a Bari vecchia.


20. E' stato sfiorato più di una volta dal pensiero di comprare un appartamento a Punta Perotti.


21. Il grado di pericolosità di un barese si racchiude in un monito: IAPR L'ECCHJ...


22. Ogni padre barese aspetta il momento giusto per dire al figlio: "ti devo imbarare e ti devo perdere..."


23. Se ti chiami Nicola, esistono notevoli probabilità che tu abbia origini baresi.


Corollario: Se quando ti presenti col solito "Piacere, Nicola" ti senti rispondere "Questa è la mano e questa è la ciola", allora ti trovi di fronte ad unbarese.


24. Ogni cuoca barese conosce una sola certezza: La mort d'u pulp iè la cpodd.


25. Quando segna a calcetto, costringe la sua squadra ad esultare col trenino.


26. Conosce la Prefettura in quanto palazzo del piazzale dei Battiti live.


Corollario: per il barese un po' più elevato, la Prefettura è il palazzo accanto al parcheggio del Piccinni.


27. E' FERMAMENTE convinto che Se Parigi avesse lu mèr sarebbe come una piccola Bèr. E lui a Parigi non ci è mai stato.


28. Se un inglese gli scrive Kiss so love me, si guarda intorno per capire chiha fottuto le uova dell'inglese.


29. Può vantarsi di aver indossato negli anni '90 la mitica tuta acetata.


30. Parcheggia in seconda fila ANCHE con la bici.


31. Il vero barese CANOSH A SADDA'MM!


32. Nonostante il Bari in B, il Petruzzelli ancora in rovina, le autoradio che spariscono, i parcheggi che sprofondano...ha ancora il coraggio di cantare: "Cuss addo stam iè u megghj paise"...
Ciao Daniela!

sabato, febbraio 02, 2008

CATENE (in netto ritardo!)

Il buon vecchio Axl e mio cuggino Emo, mi invitano a questo giochino più divertente da leggere che da fare.

Abbiate pazienza e scorrete in basso:

UAN














rimasugli di gomme!
proprio l'altro giorno, purtroppo, ne ho buttati tantissimi pezzi, mai pensando che mi sarebbero tornati utili per questo gioco, sai che figurone facevo se ne mostravo tantissimi!

TU'













un pass di lucca comics del 2003!!! questo è da veri collezionisti!

TRI'














una penna a forma di pesce ancora integra nella sua confezione regalo, troppo preziosa per essere usata! (ciao Benni!)

FOR














post-it vecchio più di 10 anni con scritto sopra "fumettaro"!

FAIV






una scatola di scarpe piena di giochi di prestigio!
ok lo ammetto, potevo impegnarmi di più, ma se poi metto su internet degli oggetti bellissimi vengono i ladri a casa!

scusate!...dimenticavo i miei 5 nominati!

Baol

Gud

Lecche+

Mattaman

Claudio


Baci!

BAOL CONCORSO

Qui!

RICCARDO COLOSIMO

Colorick fà il bis!
dopo il Rasputin ecco un bel Corto riccioluto!

venerdì, febbraio 01, 2008

IL GIORNALE DEI GATTI







I gatti hanno un giornale
con tutte le novità
e sull'ultima pagina
la "Piccola Pubblicità".

"Cercasi casa comoda
con poltrone fuori moda:
non si accettano bambini
perchè tirano la coda".

"Cerco vecchia signora
a scopo compagnia.
Precisare referenze
e conto in macelleria".

"Premiato cacciatore
cerca impiego in granaio."
"Vegetariano, scapolo,
cerca ricco lattaio".

I gatti senza casa
la domenica dopo pranzo
leggono questi avvisi
più belli di un romanzo:

per un' oretta o due
sognano ad occhi aperti,
poi vanno a prepararsi
per i loro concerti.

Gianni Rodari


Qui una splendida verione sonora di Alice Pelle!